La storia della Sezione paracadutisti di Lucca

1968

Il primo gruppo di paracadutisti lucchesi sorse sotto la sezione di Pisa, allora sotto le guida dell'indimenticabile Cav. Attilio La Sala nell'anno 1968, grazie all'iniziativa dell.Avv. Sarteschi Alberto, congedato da poco dalla Brig. Folgore.

Il nucleo fu costituito nel medesimo anno grazie all'inserimento dei brevettati del primo corso di paracadutismo, fra i quali si ricordano Pollastrini Francesco, Perotti Giovanni, Bertolucci Simonetta, Belluoini Giancarlo, Mangini Ugo, Micheli Rolando, Ciuffi Dino, Ferretti Mauro e di un altro congedato, Provenzali Luciano.

1970

Negli anni '70 il gruppo si ampliò con l'adesione di altri congedati e di numerosi brevettati nei vari corsi che si tennero prima a Lucca e poi a Porcari sotto la guida dell'istruttore Lippi Franco e poi di Faina Giorgio.
Il piccolo Nucleo di Lucca in quegli anni crebbe considerevolmente, tanto che nel 1979, fu decisa la trasformazione in Sezione di Lucca, la quale si trasferì presso un locale concesso dal Demanio Militare, in via dei Bacchettoni a Lucca.
Il primo Presidente nominato fu Sarteschi Alberto, poi venne la volta di Nardi Roberto e successivamente di Lippi Franco.

1983

Nel 1983 Lucca divenne scenario di un grande evento a risonanza nazionale, ovvero la Consulta Nazionale.
Proprio in quegli anni vennero realizzati numerosi corsi di paracadutismo dove si brevettarono decine di giovani, grazie all’alternarsi di Istruttori ed aiuto Istruttori quali Casci Claudio, Nardi Alessandro e Toschi Giuseppe.

Foto Storica

Iniziò la pratica dei primi lanci TCL sopratutto sull'aeroporto di Tassignano, svolta inizialmente da Sarteschi Alberto, Faina Giorgio, Anzillotti Vittorio, Consani Riccardo, Lippi Franco, Nardi Roberto e successivamente da Cardini Claudio, Mori Narciso, Matteoni Massimo, Casci Claudio ed altri.

1986

Nel 1986-1987 fu creato la Scuola di Paracadutismo Anpd'I di Lucca, che rimase in attività fino al 1989, anni nei quali ricoprì la carica di Presidente Provenzali Luciano.
Successivamente vi furono alcuni anni difficili e complessi per la Sezione, e la carica di Presidente fu ricoperta da Nappini Francesco.
Superata la suddetta fase, fu eletto Presedente Melani Pietro, il quale agevolò la ricostruzione della Sezione.

2003

Nel 2003 fu nominato Presidente Toschi Giuseppe.

2004

Nel 2004, fu organizzato dalla sezione di Lucca il Raduno Nazionale Anpd'I e la consulta Europea UEP. Entrambi gli eventi ebbero un grande successo a livello nazionale e una forte risonanza nella stampa settoriale, come pure la tendopoli allestita a Paganico, dove cenarono oltre 1200 paracadutisti provenienti da tutta Italia.

Sempre nel 2004, si avvicendò un altro importante e fondamentale avvenimento per la Sezione, ossia il trasferimento della sede sociale nei nuovi locali in piazzale Verdi.

Furono anni intensissimi per dinamismo, fantasia e quantità di attività svolte.
Vennero effettuate per la prima volta alcune esercitazioni lancistiche militari all'estero, dove alcuni soci ottennero le ali di prestigiosi brevetti, nei quali furono effettuati innumerevoli lanci da vettori militari e civili, corsi di tiro con fucile e pistola, attività di pattuglie a medio e lungo raggio e attività di propaganda.
I corsi di paracadutismo si susseguirono incessanti e numerosi, seguiti costantemente dagli Istruttori Toschi Giuseppe, Murgioni Giancarlo e Marchini Filippo. Al contempo furono brevettati come Ripiegatori, Volpe Francesco, Belluomini Pietro, Biancanelli Gianni e Benedetti Stefano.
Alcuni soci intrapresero o ricominciarono con successo l'attività TCL ed Ala quali: Dinelli, Toschi, Biancanelli, Murgioni, Cecchini, Volpe, Matteoni R. , Coppolecchia, Matteucci, Giusti, Picchi, Angeli, Belluomini, Landi, Lommori, Marraccini, Tranquilli ed altri.
Nacque una collaborazione per i corsi di tiro dinamico con pistola, tra Istruttori della Folgore e la nostra Sezione, e furono effettuati alcuni corsi in detto settore. Col passare del tempo si aggiunsero nuove leve e la Sezione, viste le numerose richieste di lanci di manifestazione, si è vista nella necessità di formare due squadre TCL denominate Pegaso, col fine di poter sopperire a tali richieste, sia in ambito locale che nazionale.

Oggi

Attualmente la sezione di Lucca è ben nota a livello nazionale, mantiene salde amicizie e sinergie sul territorio nazionale e si è ben inserita nel tessuto dell'Anpd'I.